- LO SPETTACOLO DEL CIRCO CHE DIVERTE LA BESTIA UMANA - THE SPECTACLE OF CIRCUS THAT AMUSES THE HUMAN BEAST -

15:17 0 Comments A+ a-





Facendo un giro in bicicletta, mi è caduto l'occhio su alcuni cartelli pubblicitari che hanno in poco tempo tempestato la città, si tratta del circo, dove non sono solo presenti clowns, acrobati e giocolieri, purtroppo i protagonisti inconsapevoli sono a malincuore gli animali.


Da quel momento la mia mente ha cominciato a pensare a tutte quelle famiglie che portano i propri figli a guardare questi spettacoli che incrementano questa esibizione triste e senza compassione.



Molti penseranno "Che male c'è a far divertire i propri bambini?", ma siamo così sicuri che il divertimento dei propri figli, valga l'insofferenza di moltissimi animali?

Seguendo questo ragionamento potremmo affermare che qualsiasi cosa che fa divertire è giusta e lecita, anche quando il nostro divertimento lede qualcuno e ferisce la sensibilità altrui.



Se strappassimo un bambino dalla sua casa e lo mettessimo in una gabbia per poi costringerlo a compiere azioni innaturali e umilianti, non è forse un gesto orribile, ignorante e triste?

Perché allora è ritenuto giusto nel caso degli animali?
Sarebbe meraviglioso insegnare ai nostri figli ad avere compassione e amore verso gli altri, e senz'altro sarebbe bello far vedere ai bambini gli animali nel loro habitat naturale, insieme ai suoi simili; 



Mi è capitato di sentire dire, che gli animali dei circhi infondo sono amati dai propri ammaestratori, vengono nutriti e "coccolati", molto spesso la mia espressione cambia in un sorriso di delusione misto a rabbia, come se l'amore si dimostrasse usando fruste e trasformando ciò che è in ciò che non è. 

Mi rendo conto che molti la pensano diversamente da me, molti non hanno voglia di cambiare la propria idea, restano come rinchiusi in uno scrigno dorato, non vogliono vedere, perché è più semplice vivere chiudendo gli occhi, camminando dritto senza mai voltarsi indietro.

Questa realtà calpesta e colpisce chi non ha voce per difendersi, ma tu puoi decidere di non farne parte.




I was riding, when my eyes fell on some billboards that in a short time have bombarded the city, it's the circus, where there aren't just clowns, acrobats and jugglers, unfortunately the unaware protagonists are unwillingly animals.

From that moment my mind has started to think about all those families who bring their children to watch these shows that increase this sad and without compassion spectacle.



Many will think "What's wrong in letting enjoy our own children?" but we are so sure that the enjoyment of our children, is worth the impatience of many animals?

Following this reasoning we could say that anything that amuse you is right and lecit, even when our fun violates and hurts the sensibilities of others.

If we force a child from his home and we put him in a cage and force him to do things that are unnatural and humiliating, this isn't a horrible, ignorant and sad act?



Why then it's considered appropriate in animals case?
It will be wonderful to teach our children to have compassion and love for others, and certainly it will be nice to let children see animals in their natural habitat, along with their fellows.

I have heard people say, that animals in circuses are loved by their trainers, are fed and "pampered", very often my expression to this statement changed to a smile of disappointment mixed with anger, as if love is proved by using whips and transforming what is it, into what it isn't.



I realize that many have a different opinion from mine, many have no desire to change their idea, they remain locked up in a golden box, they don't want to see the reality, because it's easier to live closing your eyes and walking straight without ever looking back.

This reality crush and affects those who have no voice to defend themselves, but fortunately for them, you can decide not to join it.









Powered by Blogger.